stampa
La zucca è un prezioso frutto protagonista importante della stagione autunnale raccolta ad Ottobre e Novembre. E’ un alimento molto utile per la nostra salute e anche un piacere gustarla.

Benefici e qualità

Con il termine zucca vengono identificati i frutti di diverse piante appartenenti alla famiglia delle Curcubitaceae. Le zucche possono essere divise in due gruppi: estive e invernali.
Le zucche estive vengono raccolte in primavera e hanno una tipica forma allungata, sono tenere e la loro buccia è commestibile. Invece in autunno si raccolgono altri tipi dalla scorza dura che viene scartata, mentre la polpa viene consumata in diversi modi.
La zucca è un frutto da utilizzare in modo versatile e il suo sapore dolciastro la rende perfetta anche nella preparazione di dolci e confetture.

Contrariamente a quanto si possa pensare la zucca è adatta persino ai diabetici: la sua composizione in termini di carboidrati non sembrerebbe inficiare sugli sbalzi glicemici. La zucca ha un indice glicemico alto, pari a 75, ma ha un carico glicemico basso, pari a 3.Questo significa che una porzione di zucca non influisce negativamente sui livelli di zucchero nel sangue. Le zucche sono composte prevalentemente di acqua, circa il 92% non contengono grassi e sono povere di proteine. I pochi carboidrati presenti sono essenzialmente amidi, e tra gli elementi nutrienti troviamo alfa-carotene, beta carotene, Luteina e Violaxantina, forme disponibili di vitamina A.

 

Zucche raccolte a Novembre                                                                                                         Zucche d’autunno

 

Zucca e glicemia

Ricordiamo che:  il carico glicemico (CG) indica la quantità di carboidrati in una porzione di cibo e fino a che punto un determinato alimento aumenti i livelli di zucchero nel sangue. Un carico glicemico inferiore a 10 indica ad esempio che un alimento ha un impatto minimo sullo zucchero nel sangue.

L’indice glicemico (IG)  invece,  è una scala da zero a cento che indica la velocità con cui aumentano i livelli di zucchero nel sangue dopo il consumo di un alimento. Numeri più alti indicano che un cibo causerà un picco maggiore di zuccheri nel sangue, pertanto, gli alimenti con un elevato indice glicemico andrebbero evitati, specie nei soggetti aventi complicanze metaboliche.

Sebbene sia una preziosa fonte di micronutrienti e antiossidanti, come tutti gli alimenti, deve essere consumata nelle giuste quantità (una buona porzione si aggira intorno ai 300 gr).

Zucca in cucina

Cruda, al vapore, al forno, stufata o lessata, la zucca da soddisfazioni e il suo sapore dolciastro la rende appetibile anche ai palati più pretenziosi, i bambini.

Ottima per essere impiegata nella preparazione di vellutate, creme, salse e per preparare primi e secondi piatti. I fiori della zucca sono una golosità da friggere impanati semplici o ripieni e i semi della zucca sono un altro buon alimento da sgranocchiare tostati o salati.

 

Pesce halibut con zucca a cubetti

Filetto di halibut con zucca a cubetti

 

Trovate diverse referenze invitanti  a base di zucca da proporre nei vostri menù d’autunno cliccando qui: http://www.icebergitalia.it/it/prodotti/cerca?key=zucca

Per ogni informazione potete scriverci a marketing@icebergitalia.it o contattarci telefonicamente allo 0422/752551 .

 

 

 

Zucca, il frutto che colora l’autunno in cucina
5 (100%) 1 vote

Condividi