L’oca in Novembre per tradizione viene preparata per festeggiare nel giorno S.Martino la fine della stagione agricola

L’oca di corte padovana viene allevata allo stato libero nella pianura veneta e altre zone d’Italia. Citata nell’inferno di Dante Alighieri prima ancora di dire degli Scrovegni. Storicamente l’oca veniva preparata come un “rito” della tradizione agraria il giorno di San Martino, l’11 Novembre, quando convenzionalmente terminava l’anno agrario e si tenevano le più importanti fiere agricole.

Il piatto che meglio rappresenta questa realtà è “risi e bisi” con “l’oco in onto”:

Coscia d’oca arrosta con cavolo rosso e mele
Vota questo post

Condividi