Alimenti preziosi

Alimentazione, dieta e buon umore

Nutrizione e salute Di 19 gennaio 2023 Tags:, , , Nessun commento

Ogni giorno a tavola, e nel fare la spesa, cerchiamo negli alimenti un piacere che soddisfi la nostra voglia di gustare qualcosa di buono e ci faccia stare bene. E’ normale e succede a tutti di aver bisogno di trovare conforto nel cibo, soprattutto nei momenti in cui ci si sente più tristi e giù di tono. A volte è sufficiente un pezzetto di cioccolato a tirarci su il morale e farci tornare il sorriso.

La chimica degli alimenti 

Il nostro umore dipende da una complessa rete di segnali biochimici (ormoni, neurotrasmettitori, ecc.) che, pur essendo prodotti dall’organismo, trovano i loro precursori negli alimenti. Fra le sostanze del cibo in grado di allontanare la tristezza troviamo triptofano, amminoacido essenziale per la sintesi della serotonina, il famoso ormone della felicità. Il suo ruolo infatti è fondamentale per regolare l’umore, la qualità del sonno, la temperatura corporea e l’appetito e la tranquillità.

Condividi
Salmone-Sockeye-rosso-d'alaska

Salmone Sockeye rosso selvaggio

Nutrizione e salute, Ricette e Sapori Di 30 dicembre 2022 Tags:, , , Nessun commento

Il salmone Canadese selvaggio Sockeye  noto come salmone rosso, è un pesce della famiglia dei salmonidi. Quando sono in mare si riconoscono per la colorazione blu scura sul dorso e argentata sul ventre e la completa assenza di macchie. Il salmone rosso è uno dei salmoni più buoni che si possono trovare in natura per le sue carni dal sapore speciale. Infatti è una specie di primario interesse commerciale, alimenta una fiorente industria in Canada e negli Stati Uniti. 

Oncorhynchus nerka e riproduzione

Nel periodo di riproduzione la livrea che assumono i salmoni durante la risalita dei fiumi è invece molto appariscente: rosso vivo brillante sul dorso, fianchi e pinne e verde scuro marcato sulla testa. Nei maschi il corpo diventa gibboso e le mascelle si incurvano ad uncino con grandi denti detti “Kype”.

Condividi

Cappone, tacchina nostrana e faraona: tre carni speciali per Natale e Capodanno

Novità, Ricette e Sapori Di 22 dicembre 2022 Tags:, , , Nessun commento

Il cappone, la tacchina nostrana e la faraona sono carni raffinate e gustose che si cucinano per tradizione durante le festività a Natale o a Capodanno. In Italia siamo molto legati alla nostra storia e alla cucina delle nostre madri e nonne che ci hanno trasmesso molte emozioni che cerchiamo di mantenere e far vivere anche ai nostri figli.

Tre avicoli nostrani

La tacchina nostrana bronzo

Si tratta di un avicolo di antiche origini contadine tipico dei cortili veneti fino agli anni ’50. In seguito è stata “sfrattato” dal tacchino industriale pesante, simbolo dello sviluppo rapido e quantitativo. Questa tacchina recentemente è stata riscoperta da qualche amatore che ne ha ripreso l’allevamento. Per mantenerne le caratteristiche rustiche è necessario rispettare il suo habitat naturale fatto di ampi spazi dove cresce in piccoli gruppi. Inoltre questa tacchina ama stare sempre all’aperto con la possibilità di appollaiarsi molto in alto. L’alimentazione è vegetariana composta soprattutto da granturco intero per una crescita di 7 mesi circa.

Il cappone “de casada”

E’ il risultato di un mix di 9 razze rurali pregiate di polli presenti in Italia. Si ottiene un prodotto molto rustico con piumaggio elegante e colorato. Il cappone cresce sin dai primi giorni di vita in mezzo ai campi coltivati e recintati fino alla maturazione che dura 8/9 mesi. Si nutre di quanto trova sul terreno e inoltre viene alimentato solo con vegetali e granoturco intero. Quindi le sue carni da arrostite o bollite hanno un sapore molto delicato e con un bassissimo contenuto di grassi.

Condividi
Moscardini nostrani pescati

Moscardini nostrani

Ricette e Sapori, Terra e Mare Di 18 ottobre 2022 Tags:, , , , , Nessun commento

I moscardini sono dei polpi di piccola taglia ideali da gustare in varie ricette. Li riconosciamo dai tentacoli che hanno una sola fila di ventose, a differenza dei polpi che ne hanno due. Dobbiamo considerarli con attenzione poiché sono una specie importante, una ricchezza del nostro Mar Mediterraneo.

Condividi
Branzini conservati nel ghiaccio

La baiatura del pesce per conservarne le migliori qualità

Nutrizione e salute, Terra e Mare Di 21 settembre 2022 Tags:, , , , Nessun commento

I pescatori che lavorano a bordo dei pescherecci  con metodi tradizionali per conservare al massimo la qualità del pescato utilizzano la tecnica della “baiatura”.
Si tratta di un metodo che consente un’ottima conservazione del pesce dal punto di vista della freschezza organolettica e della bellezza estetica. Infatti branzini, dentici, orate,  gallinelle di mare e ogni altro tipo di pesce conserva inalterata la livrea, la pigmentazione e la brillantezza dei suoi colori naturali. La “baiatura” consiste nel mettere il pesce appena pescato in una miscela bilanciata di acqua di mare e ghiaccio.

Come praticare la “baiatura”?

Per praticare la “baiatura” si immerge il pesce appena pescato in acqua e ghiaccio in modo che siano rallentati di molto tutti i processi biologici. L’acqua utilizzata per la produzione di ghiaccio deve essere potabile o pulita, come previsto dai Regolamenti n. 852/2004 (allegato I) e 853/2004 e spiegato dalle Linee Guida ministeriali. L’acqua di mare pulita disponibile a bordo dei pescherecci deve essere prelevata lontano da fonti d’inquinamento. E’ vietato utilizzare le acque del porto e quelle troppo superficiali. Tra l’altro queste ultime sono maggiormente a rischio per presenza di inquinanti non solubili come idrocarburi e corpi galleggianti. Allo sbarco il pescato sottoposto a “baiatura” risulta perfettamente conservato, privo di schiacciamenti, idratato, turgido e mantiene inalterati i caratteri organolettici. In particolare l’odore è tipico “di mare” proprio del pesce fresco, i tessuti sono gonfi perché le cellule sono inalterate, l’occhio è “vivo”, e i colori sono brillanti e iridescenti.

Creamy-ice

“Il distretto della pesca e crescita Blu sta sperimentando un nuovo tipo di ghiaccio per la migliore conservazione del pescato”: si chiama Creamy-ice.

Condividi
tovaglietta CanIHave

#CanIhave? Un progetto turistico interessante

Curiosità culinarie Di 5 agosto 2022 Nessun commento

In questo articolo vogliamo dare risalto ad un pregevole progetto turistico denominato “#CanIhave?” che il Gruppo Giovani Imprenditori FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), conscio dell’importanza del turismo per il settore dei Pubblici Esercizi e alla luce di due anni di pandemia, ha sviluppato.

 

Infatti in vista dell’aumento dei flussi turistici esteri, nei nostri centri storici e non solo ma anche nelle località turistiche, il Gruppo Giovani FIPE ha realizzato uno strumento volto a rendere più “friendly” per lo staff e per gli utenti il momento dell’ordinazione, consentendo loro di cimentarsi con la lingua italiana, attraverso l’utilizzo di tovagliette di carta sulle quali sono raffigurate le principali pietanze e bevande, servite in bar e ristoranti, in doppia lingua: italiano e inglese.

Le tovagliette, possono, inoltre, essere personalizzate, inserendo nell’angolo in basso a destra in aggiunta al logo del Gruppo Giovani imprenditori logo dell’Associazione, del locale, o il QR code contente il menù.

Il progetto non è rivolto solo agli utenti stranieri ma anche a quelli più giovani infatti, le tovagliette che possono essere stampate su qualsiasi tipo di carta, potranno essere colorate dai bambini.

Le tovagliette dovranno essere stampate in formato A3 con carta ed inchiostro adibiti ad uso alimentare.

Per scaricare la grafica della tovaglietta vai direttamente all’articolo originale nel sito FIPE cliccando il seguente link:

https://www.fipe.it/2022/08/03/canihave/?fbclid=IwAR06tFt6TFcyU9fN2k-QuwWSCwALDwO7Q-ruzFWK–DrGhEjWaKbQdNQoy4

 

Tutti i diritti appartengono a FIPE.

Condividi
rombo-chiodato-riposa

Rombo di mare: un pesce straordinario

Terra e Mare Di 21 luglio 2022 Tags:, , , , , , , , , , , , , , Nessun commento

Il rombo è buonissimo

Un pesce di mare eccezionale da gustare con la famiglia e in compagnia di amici è sicuramente il rombo. E’ certamente uno dei pesci dalle carni più saporite che si possano gustare. Abbiamo la fortuna di vivere vicinissimi all’Adriatico che ci dona il privilegio di pescare anche questa specie straordinaria. In inverno fino agli inizi della primavera il rombo si avvicina alla costa fino alle foci per riprodursi, poi ritorna in mare aperto. 

Condividi
Gamberi rossi di Sicilia

Il gambero rosso di Sicilia: da scarto a sua maestà del mare Mediterraneo

Curiosità culinarie, Novità, Terra e Mare Di 13 luglio 2022 Tags:, , , , Nessun commento

Il Gambero rosso di Mazara possiede caratteristiche organolettiche uniche che lo distinguono decisamente dal gambero rosso del Mozambico, spesso spacciato dai commercianti e ristoratori per il rosso di Mazara. E’ importante difendere l’autenticità di questo preziosa risorsa del nostro Mediterraneo.

In biologia

In biologia marina il nome latino del gambero rosso è aristaeomorpha foliacea. Vive nei fondali del Mediterraneo ossigenato dalle forti correnti marine, si nutre di organismi vegetali e animali e viene pescato con reti da strascico ad una profondità che va da 200 a 700 mt.

Il Gambero rosso di Mazara ha un vivissimo colore rosso porpora e le carni hanno quel sapore unico, dolce e salino che fa venire l’acquolina in bocca. Infatti la polpa è molto iodata e la consistenza soda ottima per un taglio netto senza sbavature. L’ambiente marino ricco di  sali minerali e plancton gli dona quel sapore unico al mondo.

Condividi
Porcini-finferli-taleggio-cestino

Porcini, finferli e taleggio nel cestino

Ricette e Sapori, Terra e Mare Di 5 luglio 2022 Tags:, , , Nessun commento

L’estate è arrivata con grandi giornate di sole, e in montagna, dopo le prime piogge, sono già usciti i profumati funghi Porcini.

Da Maggio a Ottobre inoltrato il porcino che spunta per primo è il Porcino d’Estate, trovando nei boschi di latifoglie umidi il suo habitat preferito. In estate questo fungo dalla carne bianca e profumata, chiamato anche fiorone, vive il suo periodo migliore per la crescita spontanea. Tra i quattro Porcini più conosciuti è forse il più buono da gustare. Anche gli altri tre del genere Boletus sono eccezionali per le loro qualità organolettiche, tra loro molto simili. Il colore della spugna indica la freschezza dei porcini: i funghi più giovani hanno una colorazione bianca mentre i vecchi più gialla. I funghi sono delicati e vanno solo puliti con un panno umido per non rovinarli. Se conservati bene sono una ricca fonte di calcio, fosforo, potassio, selenio e di vitamina B.
Possiamo tranquillamente affermare che tra tutti i funghi, il porcino prevale per eccellenza nella nostra tradizione gastronomica.

 

Funghi Porcini

Funghi Porcini

Vi proponiamo ora una ricetta con Porcini e Finferli che teniamo in gamma.

Condividi
Chevice-mazzancolle-esotico

Ceviche di mazzancolle esotico: hai voglia di provarlo?

Curiosità culinarie, Ricette e Sapori Di 10 giugno 2022 Tags:, , Nessun commento

Il Ceviche di mazzancolle è un cibo esotico di origine andina che si evolve nella cultura peruviana, argentina, cilena, ecuadoriana e venezuelana.

Il Ceviche di Mazzancolle è un piatto facile, dall’aspetto invitante e delizioso da gustare. Lo prepariamo unendo insieme delle belle mazzancolle dell’Ecuador con avocado, ananas, cipolla di Tropea, peperoni rossi, pomodorini e lime. Questa ricetta eleva il sapore delle mazzancolle oltre ogni aspettativa, accompagnandole con dell’avocado a cubetti alla giusta maturazione, surgelato e pronto all’uso.

Condividi