stampa

Il rombo è buonissimo

Un pesce di mare da gustare con la famiglia e in compagnia di amici è sicuramente il rombo. E’ certamente uno dei pesci dalle carni più saporite che si possano gustare. Abbiamo la fortuna di essere vicinissimi all’Adriatico che ci dona la fortuna di pescare anche questo pesce straordinario.
In inverno fino agli inizi della primavera il rombo si avvicina alla costa per riprodursi. Il rombo è diffuso in tutto il Mediterraneo e sulle coste dell’Oceano Atlantico. Lo troviamo tra l’Islanda e la Norvegia nel mar Baltico e nel mar Nero. Vive su fondi sabbiosi, tra 20 e 70 m di profondità. Siamo arrivati alla fine di febbraio e la primavera si avvicina. E’ questo il periodo migliore per mangiare il rombo proprio perché è la sua stagione.

Curiosità

In Veneto è stato pescato un rombo enorme, da record di 11,5 kg alle foci del Piave col trabucco. Il trabucco sappiamo che è una grande rete chiamata “baeansa” di quelle con la “casetta” che si vedono lungo tutte le foci che portano al mare.
Sui banchi dei nostri mercati la maggior parte dei rombi proviene da allevamenti: si riconosce osservando le dimensioni,  spesso tutte uguali tra loro e dalla colorazione più chiara. Arrivano anche vivi trasportati in aereo in cassette di polistirolo con acqua di mare che viene ossigenata durante il trasporto. Ottimi sicuramente quelli pescati e surgelati che provengono dall’Atlantico. Abbiamo la sicurezza della tracciabilità e la garanzia di avere un prodotto controllato e in regola con le norme sanitarie.

Trabucco al tramonto

Trabucco al tramonto

Il rombo nella nostra alimentazione

La carne del rombo è estremamente facile da digerire con ogni cottura; è ricca di sali minerali come fosforo, iodio e calcio. Il rombo è un pesce molto ricercato per la sua bontà, e le sue caratteristiche nutrizionali che lo rendono molto pregiato. Ricordiamo che è povero di grassi, ricco di potassio e magnesio, sostanze estremamente importanti in un’alimentazione sana ed equilibrata. E’ molto facile anche da pulire visto che è sufficiente fare una piccola incisione e togliere le interiora per poterne ricavare dei filetti davvero appetitosi e versatili da cucinare.

Specie di rombo

Il rombo chiodato (psetta maxima linnaeus, 1758) è un pesce d’acqua salata appartenente alla famiglia scophthalmidae.

Specie di rombi:
rombo chiodato: chiamato anche rombo maggiore o rombo gigante, ha una forma particolarmente allargata, a rombo, per l’appunto.
È caratterizzato dalla presenza di tubercoli ossei sul corpo.
rombo liscio o soaso: si distingue dal rombo chiodato per la forma più arrotondata e per l’assenza dei tubercoli ossei.
rombo giallo: rispetto al rombo chiodato e il rombo liscio, ha un corpo più allungato e gli occhi più grandi. È caratterizzato da un colore bruno giallastro.
rombo quattrocchi: simile al rombo giallo, si distingue per le 4 macchie nere sulla pinna dorsale e anale. Rispetto al rombo giallo, ha gli occhi più grandi e la mandibola meno sporgente.

Il rombo in cucina

Si può preparare al forno, al vapore e al cartoccio e alla brace. Sottolineiamo che il rombo è un pesce dalle carni molto gustose, che si presta a essere cucinato in ricette semplici, che non ne coprano il sapore: ottimo alla brace o al forno, magari accompagnato da patate arrosto.
Gli scarti, testa e lische, sono molto utili per preparare un ottimo fumetto di pesce da utilizzare per dare gusto ad una gran varietà di preparazioni, dal risotto alla zuppa o una salsa.

Il rombo: un pesce straordinario
3.9 (78%) 10 votes

Condividi