stampa
La cucina veneziana, conosciuta per la sua ricchezza di sapori e tradizioni, offre numerosi piatti che celebrano i frutti del mare. Le cappesante sono un frutto di mare straordinario, una vera bontà della natura da gustare in moltissime ricette. Questa ricetta che vi presentiamo unisce la dolcezza delle cappesante alla sapidità, con la delicatezza di una preparazione semplice ma raffinata, tipica della Laguna Veneta.

La Storia

Le cappesante sono chiamate anche conchiglie di San Giacomo. Infatti, il loro nome è legato alla tradizione dei pellegrini che, durante il medioevo, portavano con sé una conchiglia di San Giacomo come simbolo del loro pellegrinaggio verso Santiago de Compostela.  Da secoli questi frutti di mare sono ricercati dai pescatori delle città costiere europee per la loro bontà.

La ricetta delle Cappesante alla Veneziana

Ingredienti per 4 persone

– 8 cappesante intere congelate a bordo
– prezzemolo fresco
– pangrattato
– olio extravergine d’oliva
– sale e pepe
– vino bianco secco
– erba cipollina

Procedimento:

1. Pulizia – Separiamo il mollusco dalla conchiglia e rimuoviamo eventuali parti filamentose. Sciacquiamo bene sotto acqua corrente e facciamo sgocciolare.
2. Il soffritto – Tritiamo finemente lo scalogno e lo rosoliamo dolcemente in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva a fuoco lento fino a quando diventa appena dorato.
3. Cottura – Aggiungiamo le cappesante nella padella e le rosoliamo per un paio di minuti per lato. Sfumiamo con il vino bianco e lasciamo evaporare l’alcol. Aggiustiamo di sale e pepe.
4. Gratinatura – Disponiamo le cappesante nelle loro conchiglie e cospargiamo con un mix di pangrattato e prezzemolo tritato. Poi aggiungiamo un filo d’olio su ciascuna cappasanta (volendo si può aggiungere anche un pezzetto di burro).
5. Cottura al forno – Preriscaldiamo il forno a 200°C. Inforniamo le cappesante e le gratiniamo per circa 8 minuti, o fino a quando il pangrattato sarà dorato.
6. Servizio – Serviamo le cappesante calde, guarniamo con un po’ di prezzemolo fresco e gli steli dell’erba cipollina per profumare.
7. Limone – Se gradito, possiamo servire con degli spicchi di limone.

Un abbinamento perfetto

Possiamo esaltare il sapore delle cappesante alla veneziana accompagnandole ad un bicchiere di vino bianco veneto, come il Soave, il Pinot Grigio o un Prosecco bello fresco. La loro acidità e freschezza si sposano perfettamente con la dolcezza di questi frutti di mare creando un equilibrio di sapori che delizierà i palati più delicati. Non dimentichiamo di servire delle fette di buon pane casereccio con molta mollica per “fare la scarpetta” del delizioso sugo che rimane nella conchiglia.

Conclusione

Le cappesante alla veneziana sono una specialità che regala piacere e anche un viaggio nella tradizione della cucina veneta del Mar Adriatico. Semplici da preparare, ma eleganti nella presentazione e nel gusto, queste conchiglie sono l’ideale per ogni occasione quotidiana, una cena raffinata o una celebrazione speciale. Provatele e lasciatevi conquistare dalla magia della cucina di questa città e di tutte le isole che la circondano!

In Iceberg trovi diverse varietà di cappesante tra le migliori al mondo, pescate e congelate anche a bordo del peschereccio e le puoi scoprire qui: CAPPESANTE

Per qualsiasi informazione, puoi telefonarci allo 0422/752551 o scriverci alla mail: marketing@icebergitalia.it.

Grazie per seguirci e buona continuazione in cucina!

David Cirigliano

Le Cappesante alla veneziana: un tesoro del mare
Vota questo post

Condividi